HOME

TEMATICHE

LIBRERIA

FORUM

CONTATTI

NOTE

Monti non sa cos'è la massoneria



di Dario Ferri


Il Premier a Otto e Mezzo rivendica l’importanza del decreto liberalizzazioni e dice la sua a 360°

E’ molto più sicuro di sé il Monti oggi ospite di Otto e Mezzo, dove discute il pacchetto liberalizzazioni appena approvato ma non solo. ‘Confesso che non so bene cosa sia la massoneria, so certamente di non essere un massone’ ha per esempio risposto alla Gruber, ‘Non saprei valutare cosa sia un massone, e’ una cosa che per una persona normale e’ un po’ evanescente’.

RESTAURO – “L’Italia per andare avanti aveva bisogno di una manutenzione straordinaria da qualche decennio. Noi cerchiamo di scontentare tutti cosi’ poi saranno tutti piu’ contenti” ha poi commentato Monti, riferendosi alle polemiche sulle misure messe in atto dal Governo che in questi giorni hanno causato numerose manifestazioni di protesta. Nonostante l’aria, il Premier si dice fiducioso di “durare”: “Molti, soprattutto all’estero, mi chiedono su quanto a lungo la politica economica del governo sara’ sostenuta in Italia, io rispondo che faccio molto affidamento sul buon rapporto con i partiti”. Da questi poi prende spunto per promettere: “La spending review e’ un bisturi e non un accetta e richiede non due settimane ma diversi mesi. Certamente ci stiamo lavorando e faremo proposte incisive. Rispetteremo l’impegno di rendere note le dichiarazioni dei redditi dei membri del governo entro 90 giorni” dice infatti, riferendosi ai tagli del costo della politica, tema che quindi sembra vedere allontanata la sua soluzione. Di contraltare, però, il Premier annuncia novità sul tema delle frequenze Tv: “le frequenze sono un bene scarso, un bene pubblico. Sono state prese certe decisioni sulle attribuzioni ma non vediamo perche’ in un momento in cui abbiamo chiesto sacrifici a molti, una frequenza venga concessa senza corrispettivo. Rifletteremo anche in prospettiva dell’evoluzione tecnologica”.

ESTERO - Arrivano infine risposte anche sul tema Merkel: La Germania accettera’ gli eurobond? “Non credo che ci sia questa prospettiva a breve per la Germania, ma non c’e’ bisogno di convincere la Germania su niente”. Lo ha detto Mario Monti, intervenendo a ‘Otto e mezzo’. “La Merkel sta riservando all’Italia e alla mia persona molta attenzione e cordialita’ ed e’ aperta alle discussioni sull’Europa”, dice il premier. “Non mi sento esaminato, ma mi sento un suo collega”, aggiunge il Professore. Un collega – osserva – “che non ha un peso” paragonabile a quello della Cancelliera “ma che rappresenta un Paese il cui peso e’ visto in questi ultimi tempi molto cresciuto”. (20/01/2012)

***